Oltre un miliardo di animali uccisi dalle fiamme in Australia

WWF Comunicato stampa 07 Gen 2020
67 volte

Arriva un nuovo terribile aggiornamento dalla situazione incendi in Australia.


Secondo le ultime stime del WWF Australia, infatti, oltre un miliardo di animali potrebbero essere stati uccisi direttamente o indirettamente dagli incendi che hanno bruciato 8,4 milioni di ettari in tutta l'Australia, una superficie equivalente all'intera Austria. Un bilancio che può essere descritto con una sola parola: apocalisse.

Queste cifre sono state calcolate utilizzando una metodologia che stima l'impatto del disboscamento sulla fauna australiana ed estrapolate dagli studi del Prof. Chris Dickman dell'Università di Sydney. Si tratta di una perdita straziante, che comprende migliaia di preziosi koala della costa centro-nord del New South Wales, insieme ad altre specie iconiche come canguri, wallaby, petauri, cacatua, potoroo e uccelli melifagi.

“Il WWF-Australia è molto addolorato per la perdita di vite umane nella tragedia degli incendi che sta attanagliando il Paese- ha dichiarato il CEO del WWF Australia, Dermot O'Gorman-. Il nostro affetto e sostegno va alle famiglie che hanno perso i loro cari e alle comunità che hanno perso la casa e i loro averi”.

Gli incendi sono stati devastanti anche per la fauna e tanti luoghi selvaggi e incontaminati del Paese, dato che sono state bruciate enormi aree di foreste e parchi. Molte aree forestali impiegheranno decenni per riprendersi e alcune specie potrebbero essere sull'orlo dell'estinzione. Fino a quando i roghi non si placheranno, l'entità dei danni reali rimarrà ancora incerta.

“Il WWF Australia è sconvolto dall'entità della distruzione, ma sa bene che la scienza ci stava avvertendo già da un decennio del fatto che gli effetti dei cambiamenti climatici stavano diventando sempre più gravi - aggiunge Dermot O'Gorman-. Siamo davanti a incendi senza precedenti, aggravati notevolmente dal riscaldamento globale. Il WWF Australia sta dando una risposta immediata a questa crisi e si sta assicurando che ci siano piani a lungo termine per ripristinare ciò che è andato perduto. Stiamo, inoltre, collaborando con le organizzazioni per il salvataggio e la cura della fauna selvatica negli stati colpiti e stiamo indirizzando i fondi in modo che possano rispondere su larga scala”.

Il WWF Australia produrrà e pubblicherà anche una valutazione scientifica delle perdite di fauna selvatica e chiederà al governo australiano di condurre una rapida valutazione delle specie minacciate nelle aree colpite dagli incendi, orientando i fondi verso le aree critiche non appena ci saranno le condizioni per intervenire.

Quando gli incendi saranno stati domati, il WWF contribuirà a ripristinare gli habitat per i koala e altri animali selvatici attraverso il progetto "Verso due miliardi di alberi" per piantare e far crescere due miliardi di alberi entro il 2030. Ciò avverrà con la messa a dimora dei primi 10.000 alberi di cui c'è urgente bisogno in habitat critici per i koala. Il WWF Australia lavorerà anche per garantire che il fondo nazionale di recupero di 2 miliardi di dollari previsto dal governo federale supporti il ripristino naturale delle aree devastate dal fuoco. Un’emergenza che rischia di essere il più grande disastro provocato da incendi dell’ultimo secolo.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery