Scienzaonline - Ultimi Articoli

I contenitori di plastica per alimenti riscaldati al microonde possono rilasciare microplastiche

I contenitori di plastica per alimenti riscaldati al microonde possono rilasciare microplastiche

24 Maggio 2024

Portarsi in ufficio il pranzo nella cosiddetta “schiscetta” e scaldarlo...

Tigre dai denti a sciabola e gatto: più simili di quanto si creda

Tigre dai denti a sciabola e gatto: più simili di quanto si creda

24 Maggio 2024

Uno studio, a cui ha preso parte la Sapienza, rivela...

L’ultimo leone delle caverne d’Europa

L’ultimo leone delle caverne d’Europa

23 Maggio 2024

Identificata l’immagine di un grande felino nella pietra rinvenuta a...

Il tessuto-non-tessuto per restaurare opere d’arte in modo sicuro, economico e sostenibile

Il tessuto-non-tessuto per restaurare opere d’arte in modo sicuro, economico e sostenibile

21 Maggio 2024

Brevettato dall’Università di Bologna, può essere utilizzato per rimuovere vernici...

Rigenerazione del cuore: scoperto il ruolo chiave di un fattore di crescita

Rigenerazione del cuore: scoperto il ruolo chiave di un fattore di crescita

21 Maggio 2024

Uno studio internazionale, coordinato dall'Università di Bologna e IRCCS -...

Arriva la prima membrana bio-ispirata che rende potabile le acque contaminate da arsenico

Arriva la prima membrana bio-ispirata che rende potabile le acque contaminate da arsenico

20 Maggio 2024

Per la prima volta sarà possibile rendere potabile l’acqua contaminata...

Costruire con il DNA: una formula matematica per farlo senza errori

Costruire con il DNA: una formula matematica per farlo senza errori

20 Maggio 2024

Una ricerca internazionale, a cui ha collaborato un team della...

Paraplegia spastica ereditaria: nuove prospettive terapeutiche

Paraplegia spastica ereditaria: nuove prospettive terapeutiche

16 Maggio 2024

Giunzione neuromuscolare Uno studio coordinato dall’Istituto di biologia e patologia...

Giovedì, 22 Febbraio 2024

Tridentinosaurus antiquus


Una pubblicazione sulla rivista Palaeontology getta luce su Tridentinosaurus antiquus, uno dei più celebri rettili fossili d’Italia, risalente a 280 milioni di anni fa: i risultati delle analisi condotte da un team di ricerca del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, del MUSE – Museo delle Scienze di Trento, del Dipartimento di Geoscienze e del Museo della Natura e dell’Uomo dell’Università di Padova e dell’University College Cork (Irlanda) dimostrano che la traccia carboniosa superficiale non è pelle ma uno strato di colorante applicato sul reperto quasi 100 anni fa.

Pubblicato in Archeologia


Una ricerca condotta dall’Istituto per la bioeconomia del Cnr e dall’Università di Pisa ha rivelato che i residui della trasformazione dei frutti di melograno offrono un’importante protezione cardiovascolare dall’ipertensione. Lo studio, pubblicato su Nutrients, apre a potenziali applicazioni mediche favorendo anche un minor impatto degli scarti di melagrana sull’ambiente.

Un estratto di bucce e semi di melagrana completamente solubile in acqua, ottenuto mediante una tecnica innovativa, verde, efficiente e scalabile fino a capacità produttive industriali, si rivela efficace nel trattamento dell’ipertensione, sia acuta che cronica. Lo dimostra una ricerca in vivo condotta su un modello murino, pubblicata sulla rivista Nutrients e realizzata da un gruppo di ricerca dell’Istituto per la bioeconomia del Consiglio nazionale delle ricerche di Firenze (Cnr-Ibe) e dell’Università di Pisa.

Pubblicato in Medicina
Giovedì, 22 Febbraio 2024 08:16

Fumo, danni cumulativi per chi ha il diabete




Se fumare non fa bene a chi è ‘sano’, fa ancora peggio a chi ha una patologia cronica come il diabete. Recenti studi hanno quantificato in un + 37 -44% il rischio per un fumatore di sviluppare il diabete di tipo2. Fumatori che, proprio a causa della loro dipendenza, sono a maggior rischio di complicazioni, oltre ad avere di fronte una aspettativa di vita più breve, calcolata tra 8 e dieci anni in meno.
“E’ assolutamente prioritario intercettare i fumatori e aiutarli a smettere per limitare il rischio che sviluppino una sindrome metabolica, resistenza all’insulina e diabete conclamato” sostiene il Professor Angelo Avogaro, Presidente SID “Sforzo ancora più impellente per le persone con diabete che continuano a fumare e che, a causa della dipendenza da sigarette, rischiano di veder peggiorare la propria condizione con un aumento delle complicanze. Il fumo aumenta del 58% la mortalità evitabile per tutte le cause nelle persone con diabete di tipo 1 (64%) e tipo 2 (39%).

Pubblicato in Medicina

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery