Scienzaonline - Ultimi Articoli

Covid-19, guariti ma ancora positivi al tampone a distanza di tempo dalla guarigione, sono quasi uno su 5

Covid-19, guariti ma ancora positivi al tampone a distanza di tempo dalla guarigione, sono quasi uno su 5

28 Ottobre 2020

Ricercatori della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e dell’Università...

Le tartarughe sono animali sociali: la scoperta utile per la loro sopravvivenza

Le tartarughe sono animali sociali: la scoperta utile per la loro sopravvivenza

28 Ottobre 2020

Anche le tartarughe sono in grado di formare gerarchie sociali...

Dal 23 ottobre ROMAISON 2020 Roma, una Maison straordinaria: archivi e produzioni dei laboratori di Costume

Dal 23 ottobre ROMAISON 2020 Roma, una Maison straordinaria: archivi e produzioni dei laboratori di Costume

28 Ottobre 2020

Roma entra nel racconto contemporaneo della Moda con il progetto...

Caccia, vittoria ambientalista anche in Sicilia

Caccia, vittoria ambientalista anche in Sicilia

28 Ottobre 2020

La Regione condannata a pagare 2.000 Euro di spese processuali...

Arriva lo zuccherometro

Arriva lo zuccherometro

27 Ottobre 2020

Durante le feste di Natale aumenta il consumo dolciumi quindi...

Focus trombosi: conoscerla e affrontarla. Il punto con l’angiologo.

Focus trombosi: conoscerla e affrontarla. Il punto con l’angiologo.

27 Ottobre 2020

La trombosi “è il capolinea di una patologia vascolare cronica...

Come lo smartphone può interferire nella relazione genitori-figli

Come lo smartphone può interferire nella relazione genitori-figli

27 Ottobre 2020

Prestare troppa attenzione al proprio smartphone in presenza dei figli...

Reti neurali viventi per la cura del cancro

Reti neurali viventi per la cura del cancro

26 Ottobre 2020

Un team di ricercatori del Dipartimento di Fisica della Sapienza...

Giovedì, 01 Marzo 2018
 

Scoperto il “lato buono” del recettore TLR4. Normalmente responsabile dei fenomeni infiammatori, il TLR4, se opportunamente stimolato può favorire la crescita e la differenziazione delle cellule staminali neurali (NSC), attualmente in sperimentazione per una serie di malattie del sistema nervoso, come la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e la sclerosi multipla (SM). Lo rivela lo studio “Toll-like receptor 4 modulation influences human neural stem cell proliferation and differentiation” (doi: 10.1038/s41419-017-0139-8) condotto da un team di ricerca dell’Università di Milano-Bicocca e dall’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo recentemente pubblicato sulla rivista Cell Death and Disease. I ricercatori hanno osservato per la prima volta che le cellule staminali neurali possiedono il recettore TLR4 già attivo durante la loro normale fase di crescita. Questo ha permesso di rivelarne la sua doppia natura: se modulato da molecole-farmaco prodotte in laboratorio, il recettore TLR4 delle cellule staminali, invece che indurre l’infiammazione e quindi danneggiare le cellule, favorisce la crescita e la capacità di differenziarsi delle cellule staminali stesse. 

Pubblicato in Medicina

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery