Ultimi Articoli

L'UE è il secondo importatore globale di deforestazione tropicale

L'UE è il secondo importatore globale di deforestazione tropicale

14 Aprile 2021

Nuovo report WWF sui consumi: tra il 2005 e il...

'Pacemaker' impiantabile contro il Parkinson, via libera alla commercializzazione.

'Pacemaker' impiantabile contro il Parkinson, via libera alla commercializzazione.

14 Aprile 2021

Il dispositivo innovativo da una spin-off di Policlinico di Milano...

MALATTIA DI HUNTINGTON, LO SNODO NELLA VIABILITÀ DEI NEURONI

MALATTIA DI HUNTINGTON, LO SNODO NELLA VIABILITÀ DEI NEURONI

14 Aprile 2021

Uno studio internazionale sulla patologia genetica neurodegenerativa, coordinato dall’Università di...

Gioielli personalizzati in stampa 3D nati dai nostri vecchi cellulari

Gioielli personalizzati in stampa 3D nati dai nostri vecchi cellulari

14 Aprile 2021

Un esempio virtuoso di economia circolare esito del progetto Horizon2020...

Le zanne “high-tech” dei cobra sputatori

Le zanne “high-tech” dei cobra sputatori

14 Aprile 2021

Un nuovo studio condotto da un team internazionale di ricercatori...

Bracconaggio e commercio illegale minacciano lo storione

Bracconaggio e commercio illegale minacciano lo storione

12 Aprile 2021

Un nuovo rapporto del WWF rileva che 1/3 del caviale...

The Indonesian Lusi eruption – a significant source of greenhouse gases

The Indonesian Lusi eruption – a significant source of greenhouse gases

12 Aprile 2021

The main Lusi vent and its plume during regular geysering...

Mercoledì, 13 Gennaio 2021
Mercoledì, 13 Gennaio 2021 11:07

Un nuovo tentativo di sdoganare gli OGM



Il 13 gennaio il voto in Commissione Agricoltura della Camera

Già lo scorso 28 dicembre, in sordina e con una seduta a ranghi ridotti per le festività, la Commissione Agricoltura del Senato ha espresso parere favorevole sui 4 decreti, che permettono di fatto la sperimentazione in campo non tracciabile di varietà di sementi e materiale di moltiplicazione ottenuti con le “nuove tecniche di miglioramento genetico” (NBT) che, come ha confermato la sentenza del 2018 della Corte Europea di Giustizia, sono a tutti gli effetti OGM e come tali devono sottostare alle normative europee esistenti in materia.


Se la Commissione Agricoltura della Camera prenderà la stessa decisione di quella del Senato, DOP, IGP, vini di qualità, produzione biologica, prodotti dei territori, varietà locali e tradizionali potranno essere contaminate da prodotti ottenuti con le nuove tecniche di genome editing (NBT) che non saranno etichettati come OGM e quindi saranno irriconoscibili per i consumatori.
Ne risulterà che coloro che vorranno prodotti “GMO-free” garantiti, per esempio nell'export, rifiuteranno anche i prodotti etichettati come “non-OGM” per mancanza di certezze. Chi pagherà i danni? Di fatto, con questi decreti, le sanzioni per il rilascio ambientale di OGM sono esigue e, oltre a non avere funzione deterrente, aprono alla possibilità immediata di sperimentazione in pieno campo.

Pubblicato in Ambiente
Mercoledì, 13 Gennaio 2021 11:04

Subsidenza: una mappatura globale



Il lungomare del distretto di Pluit a Jakarta in Indonesia, situato alcuni metri sotto il livello del mare e protetto da esso per mezzo di un muro di cemento che deve essere rialzato ogni pochi anni per contrastare una subsidenza di 10-20 cm / anno dovuto

Uno studio condotto dall'Università di Padova e dagli Istituti del Consiglio nazionale delle ricerche per la protezione idrogeologica (Cnr-Irpi) e di geoscienze e georisorse (Cnr-Igg), evidenzia per la prima volta che l’abbassamento della superficie terrestre dovuto allo sfruttamento del sottosuolo può causare impatti ambientali e socio-economici rilevanti. L’86% della popolazione mondiale interessata dal fenomeno vive in Asia. In Italia le regioni più coinvolte sono Emilia-Romagna, Veneto, Puglia, Toscana, Campania e Calabria. Il lavoro, pubblicato su Science, è stato svolto nell’ambito dell’Iniziativa LaSII dell’UNESCO.

Pubblicato in Geologia


La ricerca dell’Università di Pisa e del Politecnico delle Marche su Scientific Reports. Il modello permetterà di comprendere gli effetti di farmaci e alimenti e di personalizzare terapie e dieta


Un gruppo di scienziati ha per la prima volta creato in laboratorio un modello 3D in vitro di microbiota intestinale umano. Il modello permetterà in futuro di comprendere gli effetti di farmaci e alimenti sui singoli individui e di personalizzare terapie e dieta. La ricerca illustrata con un articolo sulla rivista Scientific Reports è stata condotta da Giovanni Vozzi ed Emilia Ghelardi dell’Università di Pisa e da Monica Mattioli Belmonte dell’Università Politecnica delle Marche.


“Attualmente non esistono altri dispositivi capaci di riprodurre con tale fedeltà topologica, meccanica e biochimica la generazione e l’evoluzione del microbiota intestinale umano – spiega il bioingegnere Giovanni Vozzi – il modello è costituito da strutture polimeriche naturali nanofabbricate sulle quali abbiamo innestato le colture di microbiota intestinale, questo ci ha permesso di replicare in modo fedele lo strato di biofilm batterico presente nell’intestino umano così da valutare l’effetto di farmaci, probiotici, prebiotici e degli alimenti sulla composizione e biodiversità delle popolazioni microbiche residenti”.
Nell’ambito della ricerca, il gruppo di Giovanni Vozzi, ha realizzato la struttura, in termini tecnici lo “scaffold” polimerico naturale elettrofilato, su cui è stato impiantato il biofilm batterico. Il gruppo di Emilia Ghelardi, si è occupato invece della semina e della crescita del microbiota intestinale sul supporto polimerico e della sua caratterizzazione mediante studi di metagenomica e real-time PCR quantitativa.

Pubblicato in Medicina
Pagina 2 di 2

Medicina

'Pacemaker' impiantabile contro il Parkinson, via libera alla commercializzazione.

'Pacemaker' impiantabile contro il Parkinson, via libera alla commercializzazione.

14 Aprile 2021

Il dispositivo innovativo da una spin-off di Policlinico di Milano...

Paleontologia

Il genoma dei primi Sapiens europei, tra antenati neandertaliani e discendenti asiatici

Il genoma dei primi Sapiens europei, tra antenati neandertaliani e discendenti asiatici

09 Aprile 2021

I più antichi uomini moderni che hanno abitato l'Europa, vissuti circa 45.000 anni fa,...

Geografia e Storia

Studio internazionale guidato da UniTo identifica per la prima volta i terremoti caratteristici dei processi di innesco e formazione delle faglie

Studio internazionale guidato da UniTo identifica per la prima volta i terremoti caratteristici dei processi di innesco e formazione delle faglie

14 Aprile 2021

Pubblicato sul Journal of Geophysical Research - Solid Earth permetterà nuove strategie di monitoraggio...

Astronomia e Spazio

Icarus: un’antica galassia nana caduta nella Via Lattea

Icarus: un’antica galassia nana caduta nella Via Lattea

19 Febbraio 2021

Michele Cignoni dell’Università di Pisa ha collaborato alla ricerca dell’INAF studiando...

Scienze Naturali e Ambiente

L'UE è il secondo importatore globale di deforestazione tropicale

L'UE è il secondo importatore globale di deforestazione tropicale

14 Aprile 2021

Nuovo report WWF sui consumi: tra il 2005 e il 2017...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery